Jul

04

09

scritto da GiuliaP

Lettera aperta ai giocatori del wi-fi day

giocatori wi-fi

Quando l’amministrazione comunale di Venezia ci ha proposto di chiudere in bellezza il primo giorno di connessione libera nella città pesce abbiamo pensato due cose:
1. un anno fa scegliere di cominciare a Venezia la nostra epopea WHAIWHAI era la scelta giusta
2. avremmo voluto dedicare a questa conquista tecnologica e ad una città che coraggiosamente si rinnova, una versione digitale, all’altezza delle aspettative, della nostra esperienza di gioco.

Già stavamo lavorando ad una versione per iPhone della caccia al Ruyi e in un paio di settimane abbiamo strutturato una versione web che permettesse di accedere ai contenuti e garantisse la facilità di interazione da qualunque supporto collegato con wi - fi. Scelte le tappe - tra le sessanta quelle che fossero in prossimità degli hot spot urbani - e individuati nuovi indizi in modo che le richieste della nuova versione fossero diverse da quella del Ruyi cartaceo, abbiamo testato il funzionamento e verificato che il flusso di navigazione fosse snello ed efficace. Avevamo immaginato sareste stati in tanti e quindi avevamo testato il sistema perché sostenesse accessi attività elevati. Avete iniziato a registrarvi e di ora in ora sulla mappa della città che vediamo sulla nostra console di gioco comparivano i percorsi di ciascuna squadra, quelli che avreste dovuto compiere nella partita da due ore e otto tappe che avevamo previsto. Le ultime registrazioni a pochi minuti dall’inizio andavano a buon fine, la connettività era ben funzionante. Non restava che premere START.
Lo abbiamo fatto. E in quel momento qualcosa non ha più funzionato.

Il server WHAIWHAI ha di colpo rallentato la sua performance e le squadre non sono più riuscite a connettersi al sito di gioco. Lì è cominciato il tentativo di recupero, le note delle orchestrine di San Marco parevano preannunciare, come sul Titanic,  la discesa negli abissi.
Abbiamo cercato di capire cosa accadesse fino a quando abbiamo deciso, con chi caparbiamente rimaneva in attesa ad osservarci,  di giocare con le guide cartacee, recuperate alla vicina libreria.
Così le persone rimaste - raggruppate in folti gruppi - hanno giocato nella maniera tradizionale per un’ora.
Si sono divertiti e noi abbiamo sperato di aver rimediato almeno in parte.
Nelle ore successive, alla ricerca della causa, abbiamo scoperto che è mancato un ultimo, maledetto controllo e che tutto è dipeso da una imperdonabile disattenzione: nella serie di aggiornamenti che si sono susseguiti, è rimasta attiva un’opzione di controllo - utilizzata per le fasi di test - che ha determinato il rallentamento del sistema e abbassato il livello di ottimizzazione. Non c’è stato verso di intervenire e “il malato” è rimasto inerme e boccheggiante come l’avete visto.

Ci scusiamo infinitamente per questo con i giocatori e con l’amministrazione comunale veneziana, con Cristiana Csermely di Turismo Sostenibile e il vicesindaco Michele Vianello in particolare: a Venezia il wi-fi è da ieri una realtà e noi speriamo di poter farci presto perdonare con un evento digitale vero.
A presto

Il blog WHAIWHAI ti tiene aggiornato sulle novità, gli eventi, le segnalazioni e i nuovi progetti. Anche le uscite stampa più interessanti passano dal blog prima di finire nell'area press del sito. Iscriviti al nostro feed RSS.

Segui WHAIWHAI